fbpx

Negli ultimi anni  è esploso un nuovo trend portando alla ribalta una nuova tipologia di corsa, chiamata Obstacle Course Race (OCR).

Strongman, Spartan race, Tough Mudder, Inferno, hanno tutti nomi aggressivi per far intendere che bisogna essere molto prepararti per riuscire nell’impresa di arrivare al traguardo.

In cosa consistono?

Sono corse di diversa distanza su strade, sterrato, sentieri in cui si alternano tratti di corsa ad ostacoli di varia natura (artificiali o naturali). Tra gli ostacoli è comune trovare balle di fieno da superare, guadi nel fango, montagne di terra e muri da scavalcare, container da scalare, vasche di schiuma, fossati, filo spinato.

Perché sono diventate cosi popolari?

La corsa ad ostacoli è un modo divertente per sfidare i propri limiti fisici e mentali, competere con gli altri e mettersi in gioco. Queste corse ci riportano a riscoprire l’utilizzo del nostro corpo un po’ come quando eravamo bambini e ci rincorrevamo nel parco, ci mette di fronte ad ostacoli  da superare come accade spesso nella nostra vita quotidiana e soprattutto ci porta a vivere un’avventura speciale in un ambiente più “naturale”, simile a quello dove ci siamo evoluti. In pratica una riscoperta della nostra natura, citando la Spartan Race “be more human” che ci esorta ad diventare più esseri umani.

Consigliamo a tutti di provare almeno una volta nella vita una corsa ad ostacoli per i seguenti motivi: 

  • E’ uno stimolo per allenare il proprio corpo in maniera funzionale in modo da renderlo capace di affrontare le sfide che vengono proposte.
  • E’ un ottimo test per fare i conti con i propri limiti fisici e mentali ed impegnarsi per superarli
  • E’ divertente, si esce per una volta dagli schemi imposti dalla società e si riscopre la nostra vera natura di esseri umani.

Come prepararsi per affrontare una OCR?

Ora che ti abbiamo incuriosito è arrivato il momento di darti qualche consiglio per preparazione della tua Obstacle Race:

1) ALLENARE LA CORSA

Prima cosa necessaria per affrontare una corsa ad ostacoli, anche se un po’ scontata, è allenare la corsa. 

Ti consigliamo di costruire una buona base aerobica che ti permetta in allenamento di arrivare a correre almeno l’intera distanza della gara.

La corsa ad ostacoli prevedere brevi intervalli di corsa tra un ostacolo e l’altro, per questo motivo è fondamentale lavorare anche sui cambi di ritmo cosi da abituare il corpo ad affrontare questi cambi di intensità.

2) RISCOPRIRE GLI SCHEMI MOTORI DI BASE

Essere in grado di correre in queste gare è importante, ma non sufficiente se si vuole arrivare alla fine. Per poter affrontare le varie prove bisogna essere padroni dei propri schemi motori di base, come gattonare, strisciare, scavalcare, arrampicarsi, saltare.

Per questo motivo è importante dedicare una parte dei tuoi allenamenti proprio a riscoprire questi movimenti e a prenderci confidenza. Quand’è l’ultima volta che ti sei arrampicato?

Passare sotto ad un ostacolo, scavalcarlo, saltarlo richiede una discreta tecnica, a volte la forza e la velocità non sono sufficienti, ma è richiesta una certa padronanza del corpo.

3) RAFFORZARE IL PROPRIO CORPO

Solitamente i runner tendono a dimenticare di allenare la parte superiore del corpo, infatti si cerca sempre di lavorare sul “motore” e sulle forza delle gambe. Se si vuole affrontare una corsa ad ostacoli l’imperativo è di rafforzare il proprio corpo in toto in modo da renderlo preparato a superare gli ostacoli. 

Tra gli esercizi che reputiamo indispensabili per preparare una gara ad ostacoli: 

  • Burpees. Visto che nella maggior parte delle corse ad ostacoli sarà anche la penalità che dovrai scontare se non riuscirai ad affrontare l’ostacolo.
  • Trazioni alla sbarra. Per i principianti per iniziare è sufficiente rimanere aggrappati alla sbarra in modo da rafforzare la presa e la muscolatura. 
  • Tasporti. Abituarsi a gestire dei sovraccarichi e trasportarli (es. kettlebell, sandbags, dischi, etc)

Conclusione

Abbiamo visto che per affrontare una corsa ad ostacoli è necessario lavorare su più fronti. Molti dei quali sono però interconnessi infatti rafforzando il nostro fisico e migliorando attraverso gli schemi motori la padronanza del nostro corpo anche la nostra corsa migliorerà e viceversa. Per cui anche se non hai intenzione di diventare uno Spartano, un allenamento di questo tipo porterà comunque grandi vantaggi sia in termini di benessere fisico che di performance.

Ora sta a te metterti in gioco e scoprire di cosa il tuo corpo è capace.

Obstacle Course Races: il bello di tornare bambini
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *