fbpx
L’allenamento sportivo praticato con regolarità porta a miglioramenti delle capacità condizionali (forza, velocità, resistenza), sia in atleti evoluti che in persone precedentemente sedentarie. Tuttavia lo sviluppo significativo delle performance, soprattutto nelle discipline di Endurance,  richiede mesi, se non anni, di allenamento aerobico continuativo.
I principali miglioramenti dovuti all’allenamento di resistenza si evidenziano in aumento del Vo2max (massimo consumo di ossigeno), della funzionalità cardiovascolare e della capacità ossidativa del muscolo scheletrico.

DETRAINING

Se, come abbiamo appena detto, per allenare i parametri del Vo2max, della capacità cardiovascolare e di quella ossidativa occorrono mesi o addirittura anni, purtroppo, diversi studi scientifici dimostrano come il calo della performance dovuto al “detraining” (periodi di stop o di riduzione significativa del carico allenante) avvenga invece in tempi molto più brevi, bastano infatti anche solo poche settimane per notare cali significativi nei parametri sopra citati.
Uno stop prolungato di 3-4 settimane nell'attività aerobica può portare ad un calo del 4-25% della performance sportiva*

* Bosquet & Mujika (Endurance training: science and practice, 2012) 

Sebbene con la ripresa dell’attività sportiva sarà facile recuperare gli adattamenti fisiologici a lungo termine (quelli che sono più duraturi perché ottenuti da anni di pratica), molti dei miglioramenti raggiunti negli ultimi 2-3 mesi di allenamento, al contrario, si perderanno in appena 2-3 settimane di inattività. 

(Aerobic Fitness Is Associated With Cardiomyocyte Contractile Capacity and Endothelial Function in Exercise Training and Detraining, Kemi et al. 2004)

Concludendo
Qualsiasi sia la ragione che ci porti a interrompere o ridurre l’attività sportiva, è importante trovare il prima possibile dei rimedi per evitare di perdere i frutti ottenuti dall’allenamento.
Se siamo impossibilitati a svolgere una determinata attività, ad esempio la corsa, è necessario ricercare allenamenti “simili” che ci portino a stimolare le stesse capacità condizionali.
Sostituire ad esempio la corsa con la cyclette o con del Trekking, potrebbe essere un buon compromesso, in quanto ci permette di emulare lo stesso sforzo cardio-respiratorio.  Utilizzare dei circuiti  di potenziamento muscolare invece porterà ad altri tipi di adattamenti, i quali potrebbero non essere necessari o produttivi nella nostra disciplina.
DETRAINING: perché è importante continuare ad allenarsi
Tag:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *