fbpx

Il periodo estivo e il caldo sono un grande spartiacque tra chi continua con gli allenamenti e chi si ferma in attesa dell’autunno.

Se teniamo alla nostra condizione fisica la cosa peggiore in assoluto da fare è proprio quella di interrompere gli allenamenti. Una settimana o due di stop posso essere necessarie, anzi qualche giorno di riposo è  caldamente consigliato in quanto permette di recuperare sia a livello fisico che mentale. Fermarsi 1 – 2 mesi è invece una errore da evitare in quanto con un lungo stop si perdono tutti i frutti dei nostri allenamenti. Molti infatti si ritrovano a settembre con una condizione pessima e impiegano tutto l’autunno per tornare ai ritmi che avevamo prima dell’estate.

Con questo articolo vogliamo darti 4 consigli per sfruttare l’estate a tuo vantaggio e ritrovarti a settembre pronto per ottenere la tua migliore performance.

1-  Allenati a bassa intensità  

Nei mesi estivi, sopratutto se non abbiamo gare a breve termine, conviene lavorare su ritmi più facili, si dovrebbe quasi esclusivamente investire in allenamenti aerobici. I vantaggi sono molteplici, oltre a rendere l’allenamento più piacevole, si migliora la capacità aerobica, si brucia più grasso e aumenta l’ossigenazione dei tessuti.

2-  Privilegia le ore più fresche

Nel periodo estivo si ha la fortuna di avere molte ore di luce a disposizione per cui sfruttare la mattina presto o la sera dopo lavoro è un ottima soluzione per allenarsi con temperature più basse ed evitare di soffrire il caldo.

Se hai poco tempo a disposizione potresti anche spezzare la seduta di allenamento ricavandoti una mezz’ora alla mattina e il resto la sera quando rientri. Non trovare scuse, meglio fare intervalli di allenamento ridotti che star fermi.

3- Varia le attività

Anche se sei in vacanza una soluzione per tenersi in allenamento si trova sempre. In montagna non c’è allenamento migliore del trekking, stare ore sulle gambe macinando dislivello è un ottimo allenamento di resistenza e di potenziamento muscolare. 

Al mare una corsa sul lungomare è qualcosa di impagabile, ma anche una nuotata in acqua o un giro di bici sul litorale potrebbe trasformasi in un discreto allenamento.

4-  Non dimenticare i fondamentali

Oltre alla corsa e agli allenamenti di resistenza visti sopra, nella preparazione OCR ci sono dei fondamentali che non possono essere abbandonati. Ci riferiamo alla forza della presa e della parte alta del corpo (braccia, dorsali, pettorali e core).

Per allenare la presa delle mani , se non lo hai ancora scaricato, ti consigliamo di seguire il nostro manuale dedicato proprio al GRIP Training. 

Per il core e gli altri distretti muscolari, se non hai modo o voglia di andare in palestra, un buon circuito a corpo libero è sufficiente per mantenere i risultati raggiunti prima di riprendere con una programmazione più strutturata.

Ogni stagione ha i suoi vantaggi e svantaggi, sapendo calibrare gli allenamenti e gestendo gli impegni si può continuare a progredire verso i propri obiettivi sportivi. Ora la scelta sta a te, sappi che se ti fermi ora più avanti sarà solo più difficile e frustrante ripartire, mentre se prosegui ti ritroverai al primo fresco autunnale ad avere una marcia in più rispetto al passato.

Consigli per allenarsi d’estate
Tag:                                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *